fotovoltaico

Foto

cropped-IR_0144-150x150.jpg

IR_0150


La termografia ad infrarossi è estremamente importante per la corretta manutenzione dei pannelli fotovoltaici. La termografia non solo è in grado di fornire rapporti per la verifica e riparazione dei moduli interessati ma può fornire una visione storica dell’evoluzione dei difetti localizzati. Uno dei problemi di questi moduli sono i punti caldi, vale a dire celle difettose che si surriscaldano. Come sappiamo il surriscaldamento della temperatura dei moduli da dei risultati pessimi con un calo della produzione di energia elettrica della cella difettosa e di quelle adiacenti. Tutto questo è riscontrabile tramite una misurazione termografica che all’istante può individuare le celle difettose e valutarne il surriscaldamento.

In queste foto effettuate con una delle nostre termocamere si vedono immediatamente le celle difettose, che sono di colore rosso vivo. Con qualsiasi altro tipo di strumentazione non potrebbero essere rilevate. La termocamera ci aiuta ad individuare sia il pannelo difettoso che, nel dettaglio, la cella difettosa. Proprio per questo è estremamente importante curare e mantenere monitorato nel tempo ogni singolo impianto fotovoltaico. La certezza dell’ investimento e del suo ritorno sono effettivi solo se l’impianto produce quanto preventivato nei calcoli progettuali. Un aiuto sostanziale giunge dalla termografia a infrarossi. Grazie a questa tecnologia non invasiva è possibile monitorare velocemente ed in modo assolutamente preciso lo stato di ogni singolo pannello o di ogni singola cella. Si può così creare una mappa all’ infrarosso di tutto l’impianto. Questo si concretizza nella possibilità di individuare connettori, celle o intere porzioni di pannelli fotovoltaici mal funzionanti che pregiudicano il funzionamento e la resa di tutto l’impianto. La termografia è quindi in grado di trovare ed evidenziare le celle surriscaldate o in corto, dalle analisi condotte è emerso che la maggior parte di impianti integrati soffrono di notevole surriscaldamento con conseguente calo di resa e deterioramento precoce delle celle. Un analisi termografica permette quindi di scovare l’anomalia anche anticipatamente prima che il pannello fotovoltaico si deteriori completamente permettendo un immediata manutenzione all’ impianto che permetterà di massimizzarne la produzione. Ogni impianto fotovoltaico dovrebbe essere monitorato almeno una volta all’ anno con il sistema della termografia a infrarossi al fine di mantenerne la perfetta efficienza.